.
Annunci online

notebianche
Il piacere di essere nella folla è una misteriosa espressione del godimento della moltiplicazione del numero (Charles Baudelaire)


Diario


3 giugno 2007







E così, continuo ad ascoltare il vento impigliato tra i capelli...quando l' alba sale illuminando i primi sorrisi increspati nel cielo. Alzo gli occhi verso il sole freddo, inumidisco le labbra con una lacrima risorta. Una perla tra le mani, si sfrega tra le rughe delle mie dita indolenzite.
Cerco di ricordare il giorno in cui ho abbandonato il mio sguardo, il giorno in cui, ho cercato di dipingerlo nel vento, di catturarlo tra le foglie degli alberi, il giorno in cui ho deciso che nessuno avrebbe potuto più goderne.
Sono scappata, mi sono nascosta, aggrappata ai rami sottili degli alberi. incatenati al suolo, immobilizzati da ogni profumo...Li è germogliata la mia pelle, li si è impresso ogni sogno. Li. Non sono più riuscita a porgere le mie mani, non sono più riuscita a farmi toccare, sfiorare...
Cercando di varcare il perimetro dell infinito, dove pensavo di aver racchiuso le mie parole più preziose, le mie note solitarie, le mie melodie più impalpabili.

Ho camminato a lungo scalza nella folla alla ricerca di un sogno. Mi sono insinuata in ogni ruga, in ogni espressione, ho assaporato il profumo della pelle, delle mani, degli sguardi. Mi sono sentita un giullare senza cappello e senza sorriso, senza ironia e senza più colori. Ho sentito la testa piena di solchi, piena di voragini dalla quale venivo inghiottita, giorno per giorno..istante per istante.





L'aria fredda scivola sotto il mio abito, avvolgendomi la pelle rabbrividita, ruvida, bianca.
Accarezzo il mio viso bianco, incipriato di delusione,
macchiato dalla pioggia dorata che ora sta scivolando in questa scultura di vetro, che sono ormai diventata...
Creata dal vento,....baciata dalla notte...sfiorata da una goccia di cielo...
...





...




permalink | inviato da il 3/6/2007 alle 15:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (56) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio        agosto
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Libri

VAI A VEDERE

Osho
Fernando Arrabal
L'oroscopo più bello
RosanaLiera, grandissima pittrice
Hotel Adriatic Palace JESOLO
**Yann Tiersen**
FreddeMani
**Heavenonearth**
--PAUSA MERLOT--
Paoletta
visionidiblimunda
Letterando
ombra
desperate_librarian
Specchio
Divano
Santiago
bazardelleparole
apassoleggero
Vulcanochimico
Chiamamiaquila


[URL=http://www.studentirovereto.it/forum/viewtopic.php?p=299818#299818][IMG]http://img204.imageshack.us/img204/1531/ammiccantezo5.gif[/IMG][/URL]










"Mucchi di mondi,grappoli di stelle...
 sfoggio di universo mica per noi..
  Stiamo vicini... pelle contro pelle...e poi, mia vita, salvati se puoi! "                    


      











AFORISMI D'UBRIACHEZZA....








Un artista solo
vinto per un poema d amore
vinto per un ricordo
Impossibile vita, per i tuoi occhi magici
ricchi di polpa nera
ricchi di vita, assorbita per un verde che si impregna nell anima.
Io vivo
e la mia vita scorre
in un sorso di poesia
in un sorso di vino rosso...








_________________________________________________________________


  









                    

                                                  




                    
        





          
            



                 
           



                
            Grafica by Gemelle_Glitter/     







      
      
    








            SGUARDO
                                                               
 
     Il suo sguardo è un tiepido ornamento
     Lo vedete quando apre gli occhi
     Che cerca?
     La bellezza dei battelli che si dondolano?
     Il rifugio del vecchio usignolo?
     La casa dov'è nato il poeta?
     No:
     Lei deve uscire e non trova il suo ombrello di seta,
     quello che sembra un pomodoro
        (Quaderni di un mammifero-Erik Satie)



      



    Accarezzo il ventre
    dove giaciono i sogni.
    Sfilo dai miei sguardi
    frammenti di parole e vino
    sorti tra il pallido manto notturno.
    Raccolgo goccie di aforismi
    gemme di passione
    che assorbo
    col respiro ferito...
 
        
                                    


                                                 

CERCA